Ma in che Paese Viviamo? Italia, la Pen-isola che c’è…Senza Vergogna.

Ti chiedo scusa, oggi vado davvero fuori tema.

Sono da sempre un inguaribile ottimista ma oggi sono deluso, arrabbiato, mortificato, nel vedere di continuo la nostra classe politica dare il peggio di sé.

Per carità nulla di nuovo, ma oggi non va giù…

E si che sono cresciutello, dovrei esserci abituato, ma come si fa ad assuefarsi a questo schifo?

Cerco di condividere i miei pensieri, su questi temi, con gli amici ma questa è una di quelle volte che  le palle girano in modo particolare(forse sto cambiando sesso… 🙂 ) e sento il bisogno di sfogarmi anche in questo spazio, pur non essendo creato per certe tematiche.

Mi chiedo fin dove gli italiani sono disposti a sopportare questa umiliante e arrogante classe politica, questi che si fanno solo gli affari loro, politici a cui non frega nulla della legalità.

Quanto si può accettare ancora il livello di corruzione e illegalità di questa Italia, che razza di paese stiamo creando? Che razza di popolo siamo?

Non ho parole.

Ieri si è consumata l'ennesima brutta pagina di politica italiana.

Mentre guardavo la trasmissione Omnibus, su La 7, sono rimasto allibito nel vedere il compiacimento, l'esultanza, l’euforia, di componenti della maggioranza di governo per aver vinto una grande battaglia in aula.

Già, una grande battaglia di giustizia e onestà.

Essere riusciti a negare l'uso delle intercettazioni (già acquisite) nei confronti di un “onorevole” per il quale sono già stati richiesti sette mandati di arresto, con motivazioni confermate alla Corte di Cassazione (ovviamente tutte negate dal Parlamento), per reati legati alla camorra(roba da nulla), oltre all’accusa di aver creato falsi dossier, addirittura, contro il suo collega di partito, candidato in Campania, Onorevole Caldoro.

Grande vittoria, da esserne fieri…

Ci tengo a precisare che non ne faccio una questione di destra, sinistra, centro, sopra, sotto o chissà quale colore politico, è una questione di principio, di onestà, di legalità.

Parole fuori moda…

Mi sembra di vedere questi politicanti tornati al peggio degli anni 80, scambiando il concetto di presunzione d'innocenza, il garantismo, con la garanzia di impunità.

La legge è uguale per gli altri…

E il bello è che si lamentano di aver tolto l'immunità parlamentare, in conseguenza della bufera Tangentopoli, ma di cosa si lamentano?

In realtà è come se avessero le stesse protezioni di prima se no maggiori, infatti per procedere contro un deputato si deve richiedere l'autorizzazione al Parlamento, per l'arresto di un parlamentare lo stesso per intercettarli pure, ecc. ecc. di che ulteriore immunità hanno bisogno??

Hanno già l'impunità

Che schifo, sono senza vergogna!

Che tristezza nel sentire ieri, il deputato della maggioranza, che motivava, il respingimento della richiesta d'uso delle intercettazioni, con il fatto che il Parlamento è coerente e si comporta sempre così con tutte le richieste a prescindere.

Intoccabili

Senza considerare neanche per un istante la gravità delle accuse che prendono su quel onorevole.
Ma il bello è che in seguito aggiungeva: “lasciamo che i giudici facciano il loro lavoro……” Ridicolo.
Certo per questo motivo, perché teniamo alla legalità, alla giustizia, all'onestà, li agevoliamo nel loro lavoro bucandogli le gomme e togliendogli l’ossigeno…

Vabbè perdonami lo sfogo, effettivamente forse non ha molto senso parlarne, in fondo fatti di questo genere succedono regolarmente in Italia, che c'è di nuovo? Tutto normale, perché scandalizzarsi? Tanto cosa cambia per noi?

Siamo assuefatti, ormai illegalità, la corruzione etc, sono la normalità mentre i comportamenti onesti sono visti con sospetto… 🙂

Siamo SOLO il paese più corrotto d’Europa, abbiamo margini di peggioramento…quindi ottimismo….

Italia, l’isola che c’è…fatta per ladri e malfattori, corrotti e arroganti, dove servono più agenti ma neanche gli si danno i mezzi…

Forse ho voluto manifestare il mio disappunto proprio perché continuo a voler credere all’isola di Bennato… 😉

Sveglia Italia!

3 pensieri su “Ma in che Paese Viviamo? Italia, la Pen-isola che c’è…Senza Vergogna.

  1. Davide

    Per una volta sono d’accordo con te…
    Sono convino che ci siano parallelamente una miriade di situazioni che per la loro irrilevanza mediatica non vengono a galla ma comunque abbiano riflessi in qualche modo sul corretto svolgimento della giustizia.
    Più sei “un arrogante ricco” (non necessariamente potente) e più riuscirai a risolvere i tuoi “”disguidi”” con maggior facilità!!
    Prova a pensare… Tanzi(€)… Poggiolini(€/oro)…Vallettopoli (€/droga/ricatti)..
    Prova a portare in tribunale(ad esempio) un costruttore che non adempie a i propri dovuti impegni e vedi cosa ti capita!!

    Rispondi
  2. Marco Autore articolo

    @Davide
    Ciao, certo che tutto questo si riflette sul paese nel suo complesso…

    Ma perché?

    Il punto cenrale è sempre quello, Tangentopoli è stato un processo bloccato a metà, non è cambiato nulla e negli ultimi 10 anni in parlamento (con la scusa del garantismo), hanno sfornato una valanga di provvedimenti che non favoriscono certo gli onesti.

    Anzi più fai il furbo e più sei premiato, vedi i vari provvedimenti sui reati di corruzione, falso in bilancio, etc…

    D’altronde si dice che i politici sono lo specchio del paese, evidentemente questo ci meritiamo… 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 18 =